4 falsi miti sul cloud

 

Sfatiamo 4 miti che riguardano le soluzioni basate sul cloud

04/11/2019
La maggior parte delle aziende che sceglie di utilizzare soluzioni basate sul cloud lo fa per sfruttare al meglio i vantaggi offerti in termini di flessibilità e risparmio sui costi.

Com'è possibile sfruttare questi vantaggi al massimo?

Se state considerando di dotarvi di una soluzione basata sul cloud, come CyberPlan Web, potreste voler approfondire alcune tematiche legate al cloud. In particolare è importante sfatare i falsi miti che si sono venuti a creare sulle soluzioni cloud. Di seguito 4 tra i più importanti falsi miti sul cloud.

 

1. Le applicazioni web offrono le stesse cose, semplicemente online

Ciò può essere vero per i software di "bassa qualità", ma software quali CyberPlan vengono offerti nella versione web per offrire ai clienti nuove funzionalità e strumenti altrimenti non applicabili su piattaforma client-server. Si tratta di funzionalità in grado di supportare l'utente, consentendogli di lavorare in maniera più semplice ed efficace e di aumentare la produttività operativa: che ti trovi in ufficio o in viaggio, sulla workstation o col tablet in mano, puoi controllare l'avanzamento degli ordini e il rispetto dei tempi di consegna. Dal momento che CyberPlan Web si trova nel cloud inoltre esso viene costantemente aggiornato, mantenuto con semplicità e risulta disponibile ogni volta che ti serve. Inoltre solo la piattaforma web permette di implementare in CyberPlan le ultime tecnologie di Intelligenza artificiale, machine learning e realtà aumentata.

 

2. Spostando lo strumento sul cloud ne perdi il controllo

Perdi il controllo solamente di attività time consuming, che vorresti delegare. Per questo motivo un software in versione cloud risulta in realtà più economico della versione on-premise. Inoltre l'infrastruttura basata sulle tecnologie cloud permette di evitare ricerche ed installazioni che si rendono necessarie in caso di software on-premise e che sono dispendiose in termini di tempo e risorse.

 

3. I dati archiviati nel cloud non sono al sicuro

In realtà l'infrastruttura cloud di Cybertec è organizzata in modo tale per cui ogni impianto è isolato dagli altri, sia a livello di utenti che di dati, cosa che garantisce sicurezza e protezione dei dati. Un altro aspetto da considerare è la cifratura dei dati, tecnica che permette di proteggerli da furti e di renderli incomprensibili in caso di intrusioni nel data center. Oltre ad essere cifrati, i dati sono archiviati su più dischi contemporaneamente. Questa tecnica, chiamata ridondanza dei dati, permette di non subire le spiacevoli conseguenze in caso di guasti ai dischi rigidi e permette di avere sempre una copia di backup nel caso qualcosa dovesse andare storto.

 

4. Sul lungo termine il cloud costa di più 

Alcune persone pensano che scegliere la versione web di un dato software possa risultare più oneroso rispetto alla versione on premise, tuttavia ciò non è necessariamente vero. Infatti, esaminando i costi nel tempo, si può notare come il costo del cloud nei primi 10 anni rimanga sotto al costo dell'on-premise avvicinandosi solo nel nono anno. Bisogna poi notare che oltre a risparmiare sull'acquisto iniziale della struttura hardware si risparmia nuovamente ogni qualvolta questa avrà bisogno di essere sostituita. Nel frattempo chi ha optato per la soluzione cloud gode di un hosting su impianti moderni e al passo coi tempi, senza alcuno sforzo.

 

Scarica la guida completa sulle differenze tra cloud e on premise

Se vuoi saperne di più o hai bisogno di decidere tra le due tipologie di soluzione, puoi scaricare la guida completa cliccando qua.

New Call-to-action

Tags:
Pianificazione produzione digitale, Cloud

Siamo i pionieri degli Advanced Planning e Scheduling System (APS), strumenti avanzati per il governo delle produzioni più innovative, dalle previsioni di vendita, alla pianificazione what-if fino alla schedulazione di dettaglio.