Le fasi della pianificazione della produzione

 

Da quali fasi è composto il processo di pianificazione della produzione? Come interagiscono tra loro?

19/04/2021

La pianificazione della produzione è un processo utile alle aziende manifatturiere a pianificare, gestire e controllare l'allocazione di risorse umane, materie prime e macchinari per ottenere la massima efficienza.

La pianificazione della produzione è composta da una sequenza di passaggi e consente ai produttori di lavorare in modo più intelligente oltre ad ottimizzare il processo di produzione nel miglior modo possibile. Ciò aiuta i produttori a produrre gestendo in modo efficiente le risorse interne per soddisfare la domanda dei clienti.

 

Cos’è la pianificazione della produzione

La pianificazione della produzione ha come scopo fondamentale quello di organizzare l’attività produttiva affinché questa risulti coerente con i piani aziendali che definiscono gli obiettivi economico-finanziari dell’intera azienda nel medio termine (3-5 anni). Più precisamente, si tratta di coordinare l’attività di produzione, con le proprie logiche di funzionamento e i propri obiettivi di efficienza con l’attività di vendita che ha l’obiettivo di seguire l’andamento del mercato e soddisfare le richieste dei clienti. Se da una parte la produzione per raggiungere la massima efficienza (minimizzare i costi di produzione) richiede programmi di produzione quanto più stabili nel tempo, dall’altra parte, la mancanza di coordinamento può comportare gravi conseguenze: scorte superiori al necessario e mancanza di prodotti a magazzino quando richiesto oppure scarsa efficienza nell’utilizzo delle risorse produttive (quindi costi e disservizi).

 

Le fasi della pianificazione della produzione

(breve intro agli step successivi, magari qui spieghiamo che i primi 2 riguardano il production planning e gli altri il production control)

Secondo il British Standards Institute, ci sono quattro fasi, passaggi, tecniche o elementi essenziali nel processo di pianificazione e controllo della produzione. Le quattro fasi o fasi della pianificazione e del controllo della produzione sono:

  • Routing;
  • Scheduling;
  • Dispatching;
  • Follow-up.

I due passaggi iniziali, ovvero Routing e Scheduling, riguardano la pianificazione della produzione. Gli ultimi due passaggi, ovvero Dispatching e Follow-up, riguardano il controllo della produzione (o production control).

Fasi Pianificazione Produzione

Routing

Il routing è la prima fase nella pianificazione della produzione e può essere definito come il processo di decisione del percorso (in inglese route) produttivo. In questa fase dunque si decide la sequenza delle operazioni ed il percorso dei prodotti dalle materie prime verso lo stadio di prodotti finiti oltre all'attrezzatura, le risorse, i materiali e la sequenza da utilizzare.

Il routing fissa in anticipo:

  • La quantità e la qualità del prodotto;
  • Le persone, le macchine, i materiali, ecc. da utilizzare;
  • Il tipo, il numero e la sequenza delle operazioni di produzione;
  • Il luogo di produzione.

In breve, il routing determina "cosa", "quanto", "come" e "dove" produrre.

Il routing può essere molto semplice o complesso a seconda della natura della produzione. Se in una produzione continua è molto semplice, in una a commessa o job order, è molto complesso.

Inoltre il routing è influenzato dal fattore umano e pertanto dovrebbe riconoscere bisogni, desideri e aspettative umane. È influenzato anche dalla disposizione dell'impianto, dalle caratteristiche dell'attrezzatura, ecc.

L'obiettivo principale del routing è quello di determinare la migliore sequenza di operazioni per quanto riguarda tempi e costi e garantire che questa sequenza venga seguita in fabbrica.

Il routing fornisce un metodo sistematico per trasformare le materie prime in prodotti finiti, porta ad un lavoro regolare ed efficiente e ad un utilizzo ottimale delle risorse (uomini, macchine, materiali, ecc.). Questa fase porta alla divisione del lavoro, assicura un flusso continuo di materiali senza alcun backtracking, permette di risparmiare tempo e spazio, rende il lavoro facile agli ingegneri di produzione e ai capisquadra. Il routing, dunque, è un passaggio importante ed iniziale per la pianificazione ed il controllo della produzione.

 

Scheduling

Lo scheduling o schedulazione è la seconda fase della pianificazione della produzione, segue il routing e significa:

  • Stabilire la quantità di lavoro da fare;
  • Disporre le diverse operazioni di produzione in ordine di priorità;
  • Fissare, per ciascuna operazione, la data e ora di inizio e fine.

La schedulazione viene eseguita anche per i materiali, le parti, le macchine, ecc. ed è sostanzialmente un programma di produzione.

Nella programmazione viene data particolare importanza all'elemento temporale. Esistono diversi tipi di programma, quali: Master Schedule, programma operativo e programma giornaliero.

La schedulazione serve ad utilizzare il tempo in maniera ottimale: fa in modo che ogni lavorazione venga avviata e completata in un determinato momento predeterminato, aiuta a completare il lavoro in modo sistematico e tempestivo e porta il coordinamento del tempo nella pianificazione della produzione. Tutto ciò aiuta a consegnare la merce ai clienti in tempo, ad eliminare la capacità inattiva e a mantenere la forza lavoro costantemente impiegata. Pertanto, la schedulazione delle attività è un passaggio importante nella pianificazione della produzione ed è essenziale in una fabbrica, in cui vengono realizzati molti prodotti contemporaneamente.

 

Dispatching

Il dispacciamento (o dispatching) è la terza fase della pianificazione e del controllo della produzione. È la fase di azione, realizzazione o implementazione e giunge dopo il routing e lo scheduling. Dispacciare significa avviare il processo di produzione vera e propria in quanto fornisce l'autorità necessaria per iniziare il lavoro. Si basa su fogli di percorso e fogli di pianificazione.

Il dispatching include quanto segue:

  • Emissione di materiali, strumenti, attrezzature, ecc., necessari per la produzione effettiva;
  • Emissione di ordini, istruzioni, disegni, ecc. per l'inizio dei lavori;
  • Mantenere una corretta registrazione dell'inizio e del completamento di ogni lavoro in tempo;
  • Spostare il lavoro da un processo all'altro come da programma;
  • Avvio della procedura di controllo;
  • Registrazione del tempo di inattività delle macchine;
  • Il dispacciamento può essere centralizzato o decentralizzato:
    • Con il dispacciamento centralizzato, gli ordini vengono emessi direttamente da un'autorità centralizzata;
    • Con il dispacciamento decentralizzato, gli ordini vengono emessi dal dipartimento interessato.

Follow-up

Il Follow-up o Expediting è l'ultimo passaggio nella pianificazione e nel controllo della produzione, ha una funzione di controllo e si occupa della valutazione dei risultati.

Il follow-up rileva e rimuove i difetti, i ritardi, le limitazioni, le inefficienze, i colli di bottiglia, le scappatoie, ecc. nel processo di produzione. Misura la prestazione effettiva e la confronta con la prestazione attesa, tiene traccia di produzioni, ritardi e colli di bottiglia. Tali registrazioni vengono utilizzate successivamente per controllare la produzione. Il follow-up è necessario quando la produzione diminuisce anche quando ci sono routings e schedulazioni adeguati. La produzione può essere disturbata a causa di guasti ai macchinari, mancanza di corrente, carenza di materiali, scioperi, assenteismo, ecc.; il follow-up elimina queste difficoltà e consente di mantenere una produzione regolare.

 

I software per la pianificazione della produzione

I software per la pianificazione della produzione sono uno strumento irrinunciabile per le aziende manifatturiere che vogliono fare la differenza nel mercato di riferimento ed essere competitive. I benefici che permettono di ottenere vanno dal pieno controllo del reparto produttivo alla previsione di criticità fino al drastico miglioramento del livello di servizio grazie alla minor lead time medio. Scopri come migliorare le prestazioni del tuo reparto produttivo portando la sua pianificazione ad un livello superiore, contatta un esperto che ti saprà consigliare al meglio.

New Call-to-action

Tags:
Pianificazione produzione, Software pianificazione produzione

Siamo i pionieri degli Advanced Planning e Scheduling System (APS), strumenti avanzati per il governo delle produzioni più innovative, dalle previsioni di vendita, alla pianificazione what-if fino alla schedulazione di dettaglio.

Ultime news

Master Production Schedule: cos’è e come implementarlo

Il processo di Demand Planning per migliorare gestione delle scorte e livello di servizio

CyberPlan, le opinioni degli utenti